Introduzione

La presente tesina di specializzazione in Criminologia si occupa del pensiero dello studioso che è ritenuto in linea di massima almeno in Italia il fondatore della criminologia moderna, ossia Cesare Lombroso, ed ha come finalità sia l’esposizione per quanto sintetica e riassuntiva dei principi basilari che sostengono le tesi di Lombroso, sia l’evidenziazione della qualità delle sue analisi. Lombroso vale per alcuni anche come importante grafologo criminale, mentre le sue analisi grafologiche alla falsificazione e verifica risultano non rientrare nei canoni di una sufficiente scientificità. Lombroso interpreta la scrittura essendo prevenuto rispetto ai testi in analisi in base alla sua conoscenza pregressa del dato di fatto che si tratti della grafia di individui che hanno commesso questo o quel crimine, ossia viziando l’analisi a monte. Certo, le teorie di Lombroso sono attualmente sconfessate ed anche la sua opera è considerata pseudoscientifica, tuttavia sono rimaste in circolazione sotterranea alcune delle sue idee portanti e riconosciute esplicitamente come errate le quali contribuiscono implicitamente ad ingenerare contraddizioni nella materia di portata non proprio marginale.

Diamo ora un cenno di illustrazione relativa al contenuto dei Capitoli.

Nel Capitolo 1 viene presentata una breve analisi delle idee portanti di Cesare Lombroso relativamente alla criminologia riferita all’uomo e alla donna in generale, questo senza dare cornici storiche o biografiche o culturali o simili, ossia senza nessuna cornice aggiunta a quella implicita linguistica, ma solo indagando e valutando la realtà del pensiero espresso dallo studioso nelle sue opere inerente al progetto di comprensione della presenza della criminalità degli adulti nella società umana.

Nel Capitolo 2 viene data una breve delineazione dei tratti grafologici secondo Lombroso tipici dei criminali e dei pazzi, maschi e femmine, e si citano anche alcuni principi generali cui si riferiscono le sue analisi sia come metodo che come esiti in fatto di meccanismi cerebrali e di personalità.

Nel Capitolo 3 viene offerta una valutazione della ricerca criminologica di Cesare Lombroso relativamente all’Analisi dei Crimini Violenti esposta nel Corso AIPC.

Chiude il lavoro una Conclusione che offre una sintesi logica di quanto esposto nei Capitoli 1, 2 e 3.

Segue infine il cenno bibliografico relativo alle opere espressamente citate nel corso della tesina.

Scarica il PDF